Verso una moda più sostenibile con gli eventi di Trama Plaza

Aggiornamento: 11 giu 2021

Ci piace pensare che ogni persona incontrata in questi anni abbia contribuito a far crescere Spazio3R, così è per Erica Brunetti, che abbiamo conosciuto nel 2018 quando Spazio 3R era ancora un progetto e lei aveva in mente di aprire uno spazio che promuovesse la moda sostenibile a 360 gradi. Oggi noi siamo diventati un’associazione autonoma e lei ha creato Trama Plaza, e continuiamo a sostenerci grazie nuove sinergie per diffondere una moda che sia veramente sostenibile. Il prossimo evento “Gira La Moda” in programma a Milano il 22 e 23 maggio, ne è un esempio.







Cos'è la sostenibilità per te?

È approfondire ogni scelta che si prende, non prendere con superficialità la vita nel suo complesso, dall’acquisto di un prodotto in qualsiasi campo sia al vivere l’ambiente, rendersi conto che non si è soli individui ma si è una grande comunità e ogni gesto che si fa è collegato a delle conseguenze.

 

Da cosa nasce Trama Plaza?

Trama Plaza nasce nel 2018 come collettivo di professionisti che si occupano di diversi settori, quali la moda, il sociale, la comunicazione e non solo, tutti caratterizzati dalla passione comune per la sostenibilità. Il progetto nasce studiando la moda, ma pian piano il gruppo si è arricchito e ha aperto lo sguardo alla sostenibilità nel suo complesso. L'associazione è stata ufficialmente costituita nel luglio 2020 grazie al bando della Scuola dei Quartieri rivolto a gruppi informali per far nascere progetti nuovi e servizi utili per migliorare la vita dei quartieri nelle periferie di Milano. Il nome Trama Plaza nasce in memoria del Rana Plaza, fabbrica di industria tessile che nel 2013 crollò in Bangladesh e si portò via più di 1000 lavoratrici impiegate per cucire i grandi marchi del fast fashion dell’Occidente. Per questo diverse realtà hanno posto l’attenzione su tale aspetto.

- Trama è metafora della ricostruzione del tessuto sociale che è composto dalla storia di tante persone, tutte le persone dietro i nostri abiti.

- Plaza perché siamo aperti, la piazza, ci piace parlare alla massa.


LA RIVOLUZIONE SI FA ATTRAVERSO LA PIAZZA

 

Raccontaci dell’iniziativa Gira la moda, da dove nasce e con quali obiettivi e qual è stato il contributo delle sarte di Spazio 3R all’interno del progetto

Gira la moda è il primo grande evento d’arte che parla di moda sostenibile. Trama Plaza ha l’obiettivo di sensibilizzare le persone al tema della sostenibilità attraverso l’arte e attività culturali. Parliamo, infatti, di uno spettacolo d’arte multidisciplinare che racconta la moda sostenibile. L’obiettivo è quello di utilizzare l’arte come strumento di divulgazione soprattutto per arrivare a un pubblico più ampio che parta dal quartiere, territorio dove convivono diverse comunità di culture diverse e quindi rappresentativo per noi di un valore aggiunto. Ci siamo domandati come favorire l’integrazione di queste culture, e partendo dalla passione per la sostenibilità utilizziamo uno strumento che sia un linguaggio universale - L’arte parla a tutti! Per parlare a tutti però abbiamo pensato che fosse necessario prevedere delle traduzioni di alcuni testi teatrali anche in arabo, una lingua molto parlata nel quartiere Giambellino–Lorenteggio dove siamo attivi. Tre ragazze di Spazio 3R hanno quindi tradotto in arabo i primi 3 copioni teatrali. Le sarte si sono così sperimentate in un’attività diversa ma sempre attinente al mondo della moda, parliamo di testi che trattano il tema della moda sostenibile. A partire dal 24 maggio, data nella quale sarà pubblicato il sito, questi contributi saranno disponibili online a tutti con le relative traduzioni. Così come in Spazio 3R, anche il nostro gruppo si compone di persone che provengono da luoghi differenti, in questo la pandemia ha aiutato poiché ha ampliato la connessione tra queste persone, riteniamo sia molto importante parlare a tutti e riuscire a far collaborare chiunque ne abbia voglia.




Quali sono i principali valori di Trama Plaza?

Sostenibilità e inclusione.

È di rilevante importanza per noi favorire l’integrazione di gruppi sociali diversi con attività che siano gratuite o semi gratuite (con 10 euro all’anno potrai vedere tutti i contributi).