Dilki e i suoi primi passi in laboratorio

Prosegue la nostra collaborazione con il Centro di Formazione Professionale (CFP) Paullo Milano di Afol Metropolitana. Da inizio febbraio si è unita al nostro gruppo Dilki, in questa breve intervista ci racconta di lei e dell’incontro con Spazio 3R.


Raccontaci di te


Sono Dilki, ho 19 anni, sono nata in Sri Lanka ma vivo a Milano da 4 anni. Sono al terzo anno del corso Operatore Moda del CFP Paullo Milano e da febbraio sto facendo il mio tirocinio curriculare nel laboratorio Spazio 3R.

 

Come è nata la passione per la moda?


Fin da quando ero bambina ho sempre avuto la passione per la moda e i vestiti. Vedevo sempre mia nonna che era molto brava a cucire e ricamare. Quando sono arrivata in Italia con la mia famiglia e dovevo scegliere cosa studiare a scuola inizialmente avevo scelto estetica, ma quando ho visto che era possibile frequentare il corso di moda ho cambiato percorso!

I miei genitori mi hanno subito sostenuto in questa scelta. Un Natale di qualche anno fa mia mamma mi ha fatto una bellissima sorpresa: mi ha regalato la mia prima macchina da cucire e la mia prima taglia cuci.

A scuola ho imparato cos’è il modellismo e come si confeziona un capo. Non è stato facile, ma mi sono impegnata e ora mi piace tanto. Il primo prodotto che ho realizzato è stato un astuccio e da lì poi una gonna a portafoglio, una gonna jeans, un gilet, un abito…..

 

Cosa hai pensato la prima volta che sei venuta in laboratorio?


Quando ho incontrato le ragazze per la prima volta ho subito pensato che Spazio 3R è una bella sartoria perchè ci sono persone da tutto il mondo. La prima cosa che ho fatto è stata mettere il mio nome sulla mappa che è appesa in laboratorio. Un piccolo gesto che mi ha fatto sentire parte di un gruppo.

Ho poi subito avuto modo di mettermi alla prova con tanti lavori diversi. Il lavoro mi piace molto e le ragazze sono tutte molto gentili con me.

 

Cosa stai facendo durante il tirocinio?


La mattina seguo le attività dell’atelier dando una mano nel creare molti accessori e da poco sto seguendo un progetto speciale di cui non posso svelare niente. Oltre alle attività classiche di un laboratorio ho l’opportunità di seguire i corsi che vengono realizzati: sia di sartoria per tante donne ma anche quelli di approfondimento ad esempio recentemente abbiamo fatto un incontro sul tema dei social media per la moda. Non si finisce mai di imparare! Grazie a questi incontri ho anche la possibilità di migliorare l’italiano, anche se quando non capisco mi aiutano le ragazze, anche per la lingua.

 

Cosa ti piacerebbe fare da grande?


Da grande mi piacerebbe confezionare abiti da sposa, seguire il disegno, la fase di modellistica e di confezione.









65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti